La Via Emilia

Da 755.00

Data di partenza: Ogni Sabato da Aprile ad Ottobre
(altri giorni su richiesta)

Un tour alla scoperta del cuore dell’Emilia Romagna , tra città e  borghi ricchi di storia, tra castelli e paesaggi ancora sconosciuti al turismo di massa. Un tour nel “cuore” della cucina italiana dove tutto ciò che “avviene” a tavola è frutto delle antiche tradizioni di questi luoghi ed esprime le qualità, tutte emiliane di antiche tradizioni.  Un tour alla scorta dei sapori e profumi dei prodotti tipici tra i quali  l’Aceto Balsamico Tradizionale, frutto di una sapienza quasi alchemica tramandata nei secoli; le pastei cappelletti di Bologna , i cappellaci di zucca di Ferrarail pane ferrarese i salumi tra i quali spiccano il prosciutto di parma e la mortadella di Bologna, i bolliti, sua maestà il grana padano, i vini  tra i quali il Lambrusco di Modena  … . Il consiglio, quindi, è quello di lasciarsi “prendere per la gola” seguendo l’itinerario di questo affascinante viaggio nelle più gustose tradizioni

  

  • Recensioni 0 recensioni
    0/5
  • Tipologia
    Tour individuale, Tour lineare
  • Livello difficoltà Facile
    1/4

Punti salienti ed informazioni sul tour

100% Original – Un tour preparato direttamente dal nostro staff cercando i percorsi più sicuri ed entusiasmanti.
Assistenza diretta di personale che ha provato i tour; biciclette di nostra proprietà (ad eccezione delle e-bike).

 

 

Tour Lineare – Un tour che prevede la partenza in un punto ed arrivo in un altro punto.
Ogni  sera si cambia hotel.

 

Tour individuale – Un tour che farete da soli. Alla partenza vi consegneremo mappe sistema di navigazione con gps e road-book per farvi vivere un’esperienza come dei veri esploratori.

 

Punti di maggior interesse:
Lungo il percorso: Piazza Maggiore, Torri di Bologna, Castello Estense, la Ghirlandina, fiume Po, Teatro Regio …

Da provare a tavola:
Tortellini, salama da sugo, cappellacci di zucca, la zampone, gnocco fritto, lambrusco, aceto balsamico, formaggio e prosciutto e tra i dolci il certosino, pampapato, la torta barozzi

 

  1. 1° giorno Sabato: Bologna

    Arrivo a Bologna. Sistemazione in hotel /B&B. Bologna è il capoluogo di una ricca regione italiana, l’Emilia Romagna. Non ancora contaminata dal turismo di massa, Bologna rappresenta un meta ideale sia per un intermezzo culturale sia per un momento di svago e relax. Fra le sue mura, di cui oggi rimangono alcuni resti, nell’XI secolo sorse già la prima Università del mondo. Caratteristica principale della città sono i portici che uniscono strade, torri e palazzi. Solo nel centro i portici raggiungono una lunghezza complessiva di circa 37 chilometri, tanto che Bologna è considerata la città con più portici al mondo. Altro carattere distintivo sono le torri che, si dice, fossero duecento nel Medioevo. Il centro della città si presta per essere visitato a piedi o in bicicletta fermandosi a vedere le piazze più importanti tra le quali spicca Piazza Maggiore e fermandosi a curiosare tra cortili interni dei palazzi o tra le vetrine delle tipiche botteghe storiche o a bere un calice di vino nelle numerose enoteche. Pernottamento in hotel/B&B.

  2. 2° giorno Domenica: Bologna / Ferrara (60 km)

    Dopo la prima colazione partenza in bicicletta per Ferrara. Il tragitto vi porterà all’interno della tipica campagna della pianura padana percorrendo strade con basso traffico, piste ciclabili e argini dei fiumi. Arrivo a Ferrara. Ferrara, definita la “città delle biciclette” sarà da scoprire pedalando lungo le sue vie e piazze. Famosa come capitale del Ducato Estense fino al 1598, anno della Devoluzione allo Stato della Chiesa, ha conservato tuttora la tranquillità e genuinità delle città italiane, mantenendo però le testimonianze degli antichi fasti. Il Castello Estense domina con le sue forme la città, attorno alla splendida Cattedrale troviamo ancora le vie della zona medioevale, con i suoi vicoli e le sue piccole chiese in stile gotico, l’antico Ghetto Ebraico e le Sinagoghe.La zona rinascimentale si snoda lungo Corso Ercole I d’Este, arteria dell’Addizione Erculea voluta appunto da Ercole I e progettata dall’architetto ducale Biagio Rossetti. Il Palazzo dei Diamanti, con le sue 8500 bugne in marmo bianco è l’edificio più famoso, ora sede della Pinacoteca Nazionale e d’importanti mostre. Pernottamento.

  3. 3° giorno Lunedì: Ferrara / Sorbara (55 km)

    Dopo la prima colazione ultime pedalate nel centro di Ferrara e partenza per Sorbara. Si prenderà la ciclabile “burana” una delle ciclabili più belle dell’Emilia Romagna, che costeggiando l’omonimo canale e attraversando su un ponte ferroviario dismesso arriva a Bondeno.  Tempo libero per il pranzo e partenza per Sorbara. Si attraverseranno numerosi borghi medioevali con rocche e bastioni risalenti al periodo del ducato Estense. Prima di arrivare in hotel una sosta a una delle più antiche acetaie dove potrete ammirare il percorso di produzione del tipico aceto balsamico di Modena. Al termine una degustazione di aceti dai 12 anni fino i 50 anni di invecchiamento. Proseguimento quindi per una sosta in una cantina dove da oltre  65 anni si produce il Lambrusco di Sorbara. Dopo la degustazione trasferimento in hotel Pernottamento.

  4. 4° giorno Martedì: Sorbara / Modena (25 km)

    Dopo la prima colazione partenza per Modena.  Visita al Santuario della Madonna di San Clemente, autentico gioiello dell’architettura del barocco estense e quindi proseguimento per il capoluogo. Capoluogo di una provincia ricca di storia, arte, terra di motori e di prodotti tipici. Vanta la mistica bellezza del Duomo romanico (inserito dall’UNESCO nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità) e i natali di Enzo Ferrari e Luciano Pavarotti.Tempo libero per visitare la città. Pernottamento

  5. 5° giorno Mercoledì: Modena tour dei castelli (65 km)

    Prima colazione. Attraversando il “Percorso Sole e Natura” si arriva al borgo di Vignola. Adagiata tra il fiume Panaro e le colline modenesi, Vignola è famosa nel mondo per le sue ciliegie. Passeggiando lungo le vie della cittadina è possibile visitare monumenti importanti, quali la rocca, dagli interni riccamente decorati e la scala a chiocciola progettata dal Vignola. Proseguimento quindi sulla ciclabile che riposta a Modena con sosta a Spilamberto. Il Castello di Spilamberto, fondato nel 1210 dai modenesi sulla sponda sinistra del fiume Panaro a difesa del confine orientale, divenne abitazione signorile dei Rangoni, feudatari del luogo dal sec. XV quando fu trasformata da fortezza a residenza. Prima di rientrare in città si passerà per Castelnuovo Rangone Castelnuovo è uno dei distretti europei più importanti per la lavorazione dell’industria della carne suina. Sono la testimonianza di questo primato sociale ed economico, il monumento al maiale nella piazza centrale del paese.

  6. 6° giorno Giovedì: Modena / Reggio Emilia (40 km)

    Prima colazione in hotel. Si Uscirà da Modena fino ad arrivare sugli argini del fiume Secchia e quindi proseguendo costeggiando il fiume fino a Rubiera dove c’è la Corte Ospitale un tempo luogo di sosta dei viandanti lungo la via Emilia e oggi sede di un importante teatro. Proseguimento per l’oasi di Marmirolo zona protetta gestita dalla LIPU dove si potranno ammirare una grande quantità di varietà di uccelli. Arrivo a Reggio Emilia. Pomeriggio libero per visitare la città. Pernottamento.

  7. 7° giorno Venerdì: Reggio Emilia / Brescello (55 km)

    Prima colazione e ultima vista della città e partenza per le terre dei Gonzaga. Dopo aver attraversato le caratteristiche campagne padane si arriva a Novellara, antico feudo dei Gonzaga che conserva ancora oggi il Borgo medioevale, la rocca e la Chiesa di S. stefano.. Si proseguirà quindi verso Guastalla dove lavorarono artisti di grande come il Guercino e il Campi, poeti come il Tasso e il Guarini. Si possono ammirare i passati fasti nel Palazzo Ducale e in tutto il centro storico. A pochi chilometri, Gualtieri, le cui prime tracce risalgono all’età del bronzo. La storia politica di Gualtieri è decisamente complessa e travagliata; prima sotto il dominio longobardo, poi passata al dominio Estense per poi entrare nello stato della chiesa e successivamente nella Repubblica Cispadana. Gli ultimi chilometri ci porteranno in una cittadina famosa più che per la sua storia per il suo passato cinematografico, a Brescello. “C’era una volta un paesino…” comincia così uno dei film della serie Don Camillo e Peppone girati a Brescello. Dopo essere rinfrescati in camera sicuramente emozionante sarà giare per le strade diventate famigliari nelle rappresentazioni cinematografiche rese famose dalla saga televisiva. Da non perdere il Museo a loro dedicato dove potrete vedere i mezzi le ricostruzioni utilizzate dai due protagonisti. In serata dopo cena sarà davvero piacevole passeggiare in un paesino che sembra essersi fermato nel tempo; gentilezza, tenerezza e poesia meravigliosi ingredienti di un tempo che fu. Pernottamento.

  8. 8° giorno Brescello / Colorno / Parma (30 km)

    Prima colazione in hotel. Ultimo giorno del tour. In mattinata partenza verso Parma la capitale della pasta, del prosciutto e del formaggio. Sosta a Colorno per ammirare la Reggia di Colorno è un’elegante e monumentale struttura architettonica, con oltre 400 sale, corti e cortili.  La Reggia è circondata da un meraviglioso giardino alla francese. Proseguimento quindi verso Parma. Tempo libero per visitare la città di Giuseppe Verdi. Fine dei servizi. Possibilità di rientro a Bologna in treno.

Periodo Pacchetto Prezzo per persona in camera singola Prezzo per persona in camera doppia
1 Aprile 2021 -
31 Ottobre 2021
minimo 2 persone
1,150.00
950.00
1 Aprile 2021 -
31 Ottobre 2021
minimo 4 persone
950.00
755.00

Costi extra per persona:

  • Riduzione 3° letto adulto su richiesta
  • Pacchetto famiglia su richiesta
  • Noleggio bicicletta € 80
  • Noleggio caschetto € 15
  • EVENTUALI NOTTI SUPPLEMENTARI A BOLOGNA O PARMA SU RICHIESTA 
Cosa è incluso nel tour?
  • 7 pernottamenti in hotel con trattamento di pernottamento e prima colazione
  • Trasporto bagagli
  • Assicurazione medico-bagaglio
  • Assistenza telefonica
  • Road-book e gps files
Cosa non è incluso nel tour?
  • Noleggio bicicletta
  • I trasferimenti
  • I pasti principali
  • Visite guidate ed ingressi
  • La tassa di soggiorno ove prevista
  • Gli extras personali e tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota comprende”










    Ho letto ed accetto le condizioni della Privacy.

    Valutazione complessiva
    0/5

    LASCIA IL TUO COMMENTO